Una serata abbastanza piacevole al teatro per la CRI



Miei cari amici, dopo parecchi giorni di assenza sono riuscito a mettere un po il naso fuori da casa: Non è un periodo molto semplice per me. Oggi vi vorrei quindi parlare di una rappresentazione teatrale organizzata dal Comitato della Piana Pistoiese della Croce Rossa. Si tratta di un’iniziativa a cui io sono stato invitato con la mia compagna. Al pari di tutte le altre iniziative organizzate da questa “Associazione“, si tratta di un evento a scopo benefico e vista l’economicità dei biglietti, non c’era alcun motivo per non parteciparvi.

L’evento come ho detto è stato organizzato dal Comitato CRI della Piana Pistoiese in occasione della “settimana della croce rossa”. Ogni anno in questo periodo, per festeggiare il compleanno di Henry Dunant (fondatore della Croce Rossa), i comitati si danno da fare per organizzare eventi ricreativi o rivolti alla sensibilizzazione verso quelle che allora come oggi sono parte delle problematiche che affliggono i popoli di tutto il mondo.

La serata si è svolta piacevolmente, NON ho portato la macchina fotografica perchè è quasi impossibile scattare delle foto senza flash accettabili con le luci del teatro.

Non potevo però evitare di provarci con il cellulare. Nella fattispecie, questa fotografia è stata scattata con il mio Honor 8. Non è uno smartphone che scatta fotografie ai livelli del nuovo iPhone 8 plus, ma se lo sai usare comunque puoi portarti a casa delle immagini più o meno “accettabili”.

Nella fattispecie, per scattare questa fotografia, ho attivato la modalità foto dello smartphone, ho fatto lo “swipe right”, ovvero ho trascinato con il dito la schermata da sinistra verso destra ed ho selezionato la modalità pro. In questo modo, io ho scelto tutte quelle che sono le impostazioni possibili. Ho impostato la modalità iso in automatico ed ho agito sulla compensazione della luce. Il problema più grande quando si fanno questo genere di riprese è infatti quello di controllare le luci. Se io avessi lasciato il mio smartphone in modalità automatica infatti avrebbe sovraesposto o sottoesposto l’immagine. Come si può notare nel riquadro vi è una zona più scura dove le luci sono basse ed una più chiara a causa del fatto che in teatro si usano le luci dei fari per attirare l’attenzione su un determinato elemento.

Il risultato comunque non è stupefacente perchè ad alti iso si perde notevolmente qualità e le immagini diventano assolutamente instampabili. Poichè come ho sempre sostenuto, la cosa più importante nella fotografia “per me” è il momento, ho deciso di scattare ugualmente. Si tratta comunque di un evento di un certo rilievo sociale. In questa fotografia viene ritratta anche se parzialmente la “compagnia per l’acquisto dell’ottone“.

Sebbene a me piaccia andare al Teatro, ultimamente non ho avuto molto tempo per le mie passioni, inoltre quando io uscivo non ero nella mia attuale città di residenza. Non conoscevo le compagnie teatrali locali ma devo dire che sono rimasto estremamente stupito dalla competenza, espressività ed abilità di questa compagnia teatrale.

La rappresentazione, nella fattispecie era intitolata “Il Medico per Forza“, liberamente ispirata alla commedia di Molière. E’ stato molto divertente e sono stato davvero felice di riscoprire i piaceri di una serata in teatro. A mio modesto avviso, è un tipo di arte molto diversa dalle altre espressioni. Il Teatro è molto più coinvolgente di qualsiasi film e si può apprezzare un contatto diretto con gli attori altrimenti impossibile da constatare in quelle attività che non siano “in diretta”.



Un commento su “Una serata abbastanza piacevole al teatro per la CRI

Rispondi

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: